Calendario seminari IFT 2018

Elenco completo dei seminari 2018 dell’ Istituto di Farmacologia Traslazionale

 

CMS3 – Cell MOdel Systems Summer School 4-8 giugno 2018

Scuola estiva per la promozione e sviluppo di studi e ricerca nel campo farmaceutico, biosensori, ingegneria tessutale, simulazioni computerizzate

Area di Ricerca del CNR Roma-Tor Vergata

Scheda_CMS3_2018-2

Dal laboratorio alla clinica – II Workshop della Sapienza

Dal laboratorio alla clinica 4 dicembre 2017CNR.progr

DIRITTO ALLA SALUTE Ad Explora una giornata a ingresso gratuito in collaborazione con Ministero della Salute, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, CNR e CIN

Celebriamo la Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza dedicando alle famiglie una giornata informativa sul tema dei vaccini con Ricercatori e Medici sabato 18 Novembre dalle 10.00 alle 19.00 Roma, Novembre 2017:

Roma, Novembre 2017:  Ad  Explora,  sabato  18  Novembre  2017,  una  giornata  ad  ingresso gratuito organizzata in collaborazione con il Ministero della Salute, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) e il CIN (CNR- Immunology Network) per festeggiare la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (Convention on  the  Rigths of  the  Child),  approvata  dall’Assemblea  Generale  delle  Nazioni  Unite  il  20 novembre 1989.

La Convenzione, sancisce all’articolo 24 il Diritto alla Salute: al Museo dei bambini dedichiamo

un’intera giornata alle famiglie che, attraverso laboratori e incontri, potranno avvicinarsi al tema   dei   vaccini,   grazie   all’intervento   del   mondo   scientifico,   in   particolare   dedicato

all’approfondimento sui microrganismi.

Lo scopo della giornata è tutelare il diritto alla salute dei bambini attraverso un confronto diretto con immunologi, ricercatori e medici: attraverso un costante e aperto dialogo, la medicina e la scienza possono sostenere la responsabilità dei genitori di preservare e salvaguardare la salute dei bambini.

Le attività sono divise per fasce d’età e coinvolgono tutti gli spazi del Museo. Nel padiglione espositivo, laboratori su prenotazione:

Mi lavo le mani, 3-5 anni- per scoprire il mondo dei batteri presenti nel corpo umano e nell’ambiente circostante, trasformando l’esperienza, in uno spunto propositivo per ridurre  il  fattore  di  rischio  nei  gesti  quotidiani.  L’attività  si  avvale  dell’uso  di microscopi  per avvicinare al meglio  i bambini agli strumenti  della ricerca.  Attività condotta da animatori di Explora e da Ricercatori;

Mi difendo, 6-7 anni- per scoprire come funziona la memoria immunitaria generata

dall’azione del vaccino nel combattere le 10 infezioni, virali o batteriche più diffuse (tetano, poliomielite, difterite, epatite b, haemophilus influenzae di tipo b, pertosse, morbillo, parotite,   rosolia, varicella). Attività condotta da animatori di Explora e da Ricercatori;

Il mondo del DNA, 8-11 anni- Attraverso l’estrazione di DNA della frutta per scoprire dove si trova, com’è fatto e se esistono DNA uguali.  Inoltre cosa sono DNA e RNA virali e   batterici   e   perché   interferiscono   con   il   normale   funzionamento   del   nostro organismo? Attività condotta da animatori di Explora e da Ricercatori;

Nell’area esterna del Museo, sotto l’atrio coperto, a fruizione libera:

Mi vaccino, non posso, non voglio, dai 3 anni, animazione  gioco per bambini e adulti per scoprire e simulare il concetto dell’immunità di gregge grazie ad una divertente animazione di gruppo.

Attività nel bookshop 6/11 anni:

– 2 letture alle ore 11:00 e alle ore 16:00 “Esperimenti con zombi, vampiri e altri mostri”. Attività condotta da animatori di Explora e da Ricercatori;

Durata 30/40 minuti;

Prenotazione obbligatoria telefonica 06 3613776;

Informazioni

Età: 3-11 anni

Quando: sabato 18 novembre 2017, dalle 10.00 alle 19.00.

Nel  corso  dell’intera  giornata  i  genitori  e  i  bambini  potranno  parlare,  esporre  dubbi  e

domande ai medici e ricercatori esperti di vaccini

Info:  www.mdbr.it

Modalità di prenotazione

Attività all’interno del Museo: prenotazione obbligatoria per il solo ingresso al museo.

Attività a fruizione libera nelle aree esterne: senza prenotazione.

Lettura nel bookshop: prenotazione telefonica al numero 063613776.

Contatti

Ufficio Stampa Explora: Alessandra Arcella, ufficiostampa@mdbr.it, 339-3665078.

Ufficio Stampa Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.  ufficiostampa@opbg.net; 06/6859.2612

Ospedale pediatrico Bambino Gesù. IRCCS – Artrite: scoperto nuovo meccanismo che causa la cronicizzazione dell’infiammazione

Comunicato stampa – La ricerca congiunta tra Bambino Gesù e Consiglio Nazionale delle Ricerche apre la strada a nuovi protocolli terapeutici. Lo studio pubblicato sulla rivista scientifica RMD. Domenica 15 ottobre la giornata mondiale del malato reumatico

Studiando una proteina ‘da Nobel’ è stato identificato il meccanismo che causa la cronicizzazione dell’infiammazione tipica dell’artrite idiopatica giovanile nei bambini e dell’artrite reumatoide negli adulti. Lo studio congiunto tra Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma e Istituto di farmacologia traslazionale del Consiglio nazionale delle ricerche (Ift-Cnr) ha dimostrato infatti come l’elevata presenza di due particolari proteine (p75NTR e proNGF) nei soggetti colpiti da queste patologie sia alla base di questo meccanismo. I risultati, pubblicati su ‘Rmd’, hanno messo in luce l’esistenza di un circolo vizioso che amplifica l’infiammazione, e quindi il danno, dei tessuti articolari. Una scoperta che, notano i ricercatori, apre la porta a nuove possibilità di cura. Il tutto mentre il 15 ottobre si celebrerà la giornata mondiale del malato reumatico.

Negli ultimi 10-15 anni, l’aumento delle conoscenze circa i meccanismi che portano alle malattie reumatiche e la disponibilità di farmaci biologici innovativi hanno cambiato la prognosi e la qualità di vita dei pazienti con molte malattie reumatiche. Esistono però ancora malattia e pazienti che non rispondono in maniera soddisfacenti alle terapia disponibili. Lo studio italiano riguarda il nerve growth factor (Ngf), scoperto da Rita Levi-Montalcini, una proteina coinvolta nello sviluppo del sistema nervoso. Grazie a una particolare tecnica è stato possibile dimostrare che nelle articolazioni infiammate dei bambini con artrite idiopatica giovanile e degli adulti con artrite reumatoide sono presenti livelli elevati sia della forma immatura di questa proteina (il proNgf, un tipo di Ngf non ancora processato), sia di un’altra, il recettore p75Ntr.

L’attivazione di questo recettore di Ngf che lega in modo specifico la forma immatura della proteina, determina un aumento del rilascio di mediatori dell’infiammazione, le sostanze che avviano e regolano le reazioni infiammatorie, contribuendo alla cronicizzazione della malattia e, di conseguenza, alla genesi del danno ai tessuti articolari. “Il circolo vizioso, che coinvolge il recettore p75 e la forma immatura di Ngf, – dice Luisa Bracci Laudiero dell’Istituto di Farmacologia Traslazionale del Consiglio nazionale delle ricerche – provoca la attivazione delle cellule del sistema immunitario e la conseguente amplificazione dell’infiammazione”.

L’artrite idiopatica giovanile, tra le patologie reumatologiche più diffuse, fa registrare fra i 50 e i 90 casi ogni 100 mila bambini. Secondo le più recenti stime, gli under 16 che soffrono di malattie reumatologiche sono diverse migliaia, probabilmente si tratta di circa 10 mila bambini e adolescenti. L’artrite idiopatica giovanile sistemica, la forma più grave di artrite cronica in età pediatrica, colpisce 1 bambino su 30 mila. Le terapie attuali sono efficaci in una buona percentuale di bambini e adulti con artrite. Una migliore conoscenza dei meccanismi dell’infiammazione potrà permettere risultati ancora migliori. “La scoperta – conclude Fabrizio De Benedetti, responsabile della Reumatologia dell’Ospedale Bambino Gesù, che ha coordinato lo studio – apre nuove prospettive terapeutiche circa il possibile uso di specifici inibitori dei recettori di Ngf come un nuovo trattamento per l’infiammazione cronica nei pazienti con artrite”.